Sant' Atanasio di Gerusalemme
Martire
5 luglio mr
† Gerusalemme 451

Atanasio, diacono della Chiesa della Resurrezione di Gerusalemme. Durante il Concilio di Calcedonia (451), un monaco chiamato Teodosio approfittò dell’assenza del suo vescovo, Giovenale, per far ribellare il popolo di Gerusalemme contro il concilio. Si dichiarò capo degli eutichiani, un gruppo di seguaci di Eutiche di Costantinopoli, che negava l’esistenza della natura umana in Cristo. Atanasio rimproverò pubblicamente Teodosio per lo scandalo che stava causando nel dividere la Chiesa, e sostenne fermamente le decisioni del concilio. Teodosio, considerandolo un fastidioso ostacolo lo fece uccidere o lo uccise lui stesso. Atanasio non è ricordato né nei sinassari, né negli altri libri liturgici greci; fu introdotto nel Martirologio Romano dal Baronio che ne fissò la commemorazione al 5 luglio.

Informazioni aggiuntive