Il Diacono, Ministro della tenerezza

Un nutrito numero di Diaconi Permanenti, accompagnati dalle loro consorti e alcuni figli, provenienti da tutte le Diocesi della Campania, hanno dato vita alla Giornata tutte le Diocesi della Campania, hanno dato vita alla Giornata Regionale del Diaconato Permanente,organizzata dal Settore Diaconi Permanenti della Conferenza Episcopale Campana guidato da Sua Eccellenza Mons. Gennaro Acampa, Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi di Napoli.
Hanno partecipato il Card. Crescenzio Sepe, Presidente della Conferenza Episcopale Campana, alcuni Vescovi della Regione, tra cui l’Abate dell’Abazia di Cava de’ Tirreni, i presbiteri Delegati Arcivescovili per il Diaconato Permanente e molti Sacerdoti.
Cornice all’evento è stato il Santuario della Madonna dell’Arco in Sant’Anastasia, dove il Padre Provinciale del Domenicani, P. Francesco La Vecchia e il Padre Priore del Convento P. Alessio Maria Romano, hanno accolto fraternamente e amorevolmente tutti i convenuti.
Alla Giornata è intervenuto il Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, che ha presentato la relazione dal titolo: Il Diacono e la sua missione nella Chiesa: dalla comunione al servizio.

La Giornata Regionale, come ha ricordato il Card. Sepe nel suo indirizzo di saluto, costituisce una prassi ormai consolidata della Chiesa Regionale che permette ai Vescovi, Presbiteri e Diaconi di rafforzare la comunione Ministeriale e vivere un momento forte di fraternità insieme anche alle famiglie dei Diaconi. E’ anche un’occasione proficua per riflettere sul Ministero del Diacono Permanente, frutto del Concilio Vaticano II.
Il Card. Bassetti introducendo la sua relazione, ha brevemente ricordato il cammino di questo Ministero nei primi cinquant’anni dalla sua reintroduzione nella Chiesa. Un cammino non facile, ma che ha dato alla Chiesa l’opportunità di sperimentare l’azione dello Spirito Santo negli ambiti in cui i Diaconi svolgono il loro Ministero.
Il diacono permanente, è un “uomo di provate virtù” e di solito è un uxorato che, oltre ad essere stato chiamato al Sacramento del Matrimonio, risponde anche generosamente alla chiamata al Sacramento dell’Ordine. Egli vive perciò il ruolo di marito, genitore, lavoratore, e Ministro della Chiesa. Compiti non facili da coniugare, ma che egli vive grazie proprio all’azione dello Spirito e alla Grazia Sacramentale.
Prendendo spunto dall’episodio evangelico dei “Discepoli d Emmaus” riportato dall’Evangelista Luca, il Card. Bassetti ha evidenziato l’essere “Servo della mensa della Parola e dell’Eucarestia” proprio del Diacono.  Egli nella Celebrazione Eucaristica è una “presenza teologica e diventa una cerniera tra l’altare e i fedeli”.
Un ruolo che non si limita all’ambito liturgico, ma che continua nella “strada” dove il Diacono esplica il suo Ministero, impegnato nel suo specifico essere marito, genitore, lavoratore e “icona di Cristo che dona la sua vita per tutti”.
Nello svolgimento di questi ruoli, egli è il “ministro della tenerezza”; quella tenerezza caratteristica del suo essere coniuge e genitore, che vissuta anche nell’ambito ministeriale vivifica la comunione con i presbiteri e con i fedeli.
Al termine della relazione, numerosi sono stati gli interventi dei convenuti che hanno sottolineato i temi trattati con la loro esperienza di vita, e hanno chiesto al Presidente della CEI una maggiore attenzione per questo Ministero che è ancora come un “cantiere aperto” e in evoluzione, specie riguardo ai temi della formazione al Diaconato e della formazione permanente.
La Concelebrazione Eucaristica all’altare della Madonna, presieduta da Sua Ecc. Mons. Franco Marino, Vescovo della Diocesi di Nola, insieme a Sua Eccellenza Mons. Gennaro Acampa, che ha ringraziato tutti per la buona riuscita della Giornata, e a Sua Eccellenza Mons. Franco Alfano, Vescovo della Diocesi di Sorrento –Castellammare di Stabia, ai numerosi Presbiteri e Diaconi, ha chiuso la Giornata. All’omelia, Mons. Marino, prendendo spunto dalla Parola proclamata nella III Domenica del Tempo di Quaresima, ha ricordato alcuni passi della relazione del Card.Bassetti, ed ha affidato tutti i Diaconi, le loro famiglie e l’intera Chiesa Regionale a Maria dell’Arco affinché tutti possiamo vivere testimoniando il Vangelo. 
Diacono Giuseppe  Daniele

                                                                          LEGGI LA RELAZIONE

                        card. Bassetti:Il diacono e la sua missione nella Chiesa

 

Informazioni aggiuntive